lunedì 4 febbraio 2008

L'ULTIMA PAGINA

Un foglio di carta accartocciato e gettato nel cestino.
Ecco cosa sono io oggi. Non è rimasto più niente. Solo l’ultimo foglio di un taccuino sul quale lui ha scritto la nostra storia modificando pian piano il racconto e gettando via i fogli con le correzioni. Mano mano che scriveva e correggeva, il taccuino si alleggeriva sempre di più e l’ultimo foglio eccolo qui, è stato eliminato oggi.
Così mi sento io. Questo sono io. Un inutile pezzo di carta, l’ultimo, con su scritto il finale. O forse è meglio dire la fine. L’ultima pagina del racconto che, ovviamente, non ha avuto un lieto fine e nemmeno un grande sviluppo altrimenti sarebbero rimaste tutte le pagine insieme a formare, forse, un libro di successo.
Sono l’ultimo foglio del suo blocco note sul quale ha dato libero sfogo alla fantasia. Ha narrato di un amore smisurato, di sentimenti forti, di progetti grandi ed importanti. Ed ancora di paure, di impossibilità e di attese. Ha narrato di dolori del cuore e dell’anima ed anche di gioie immense.
Pagine e pagine riempite dei suoi sentimenti e del suo “stato di adorazione” … e poi altre pagine riempite con le sue paure e le sue angosce.
Ha narrato. Ha semplicemente narrato, senza vivere. Non ha scritto niente che abbia vissuto in prima persona e veramente. Ha descritto un amore senza viverlo.
No, lui non lo ha vissuto con me. Ha amato me, ma non mi ha vissuta. Mi ha amata senza amarmi. E se ne è andato senza lasciarmi. Perché non si lascia una persona se non ci stai insieme. E non stavamo certo insieme, lui ed io.
Sulla carta, sul suo blocco note forse si. Ma nella realtà non c’è mai stato, non mi è mai stato accanto nei momenti importanti di quest’anno vissuto con l’idea di lui accanto. Alla fine anche io ho avuto un’idea e con la follia che contraddistingue gli amanti ho dato corda al suo progetto di scrittore, gli ho fornito risme di fogli su cui poter scrivere… un amore fatto di tante parole, di sms, di messaggi via mail, di annunci dappertutto… tutto per iscritto e documentato, tranne trovar scritto su qualche registro importante i nostri nomi, uno accanto all’altro… questo no.
Sono una foglio di carta scarabocchiato, accartocciato e riposto in un cestino getta carte.
Ho dolori dappertutto, segni delle pieghe di questo accartocciamento. Ogni tanto lui ci prova. Tira fuori dal cestino questo foglio e continua a scriverci qualcosa, lo stende per poterci lavorare meglio e in quel momento il mio dolore se ne va. Ma è una guarigione momentanea, poi riaccartoccia il foglio e lo getta nuovamente… ed ecco ancora il dolore!
Vorrei, io, inutile foglio accartocciato, che arrivasse in fretta lo spazzino, così mi porta via da questo cestino e la facciamo finita con questo gioco del piccolo scrittore. Io da sola non ce la faccio a saltare fuori, rischierei di rimanere immobile sul pavimento e di farmi distrattamente calpestare da lui…. E sarebbe davvero la fine…

17 commenti:

  1. Sembra una Poesia,anzi un bel Poema,se però è il tuo stato d'animo,ricorda che c'è chi sta peggio di te,ad esempio io...hehheeehe,cmq un saluto e a presto.

    RispondiElimina
  2. anna... ma lo sai che esitono i tabaccai dove poter comprare nuovi quaderni, magari più belli e pieni di fantastiche immagini, proprio come quelle che scorrono sul tuo sito...

    RispondiElimina
  3. Un bacio ENORME alla Gi amica da sempre e per sempre...... Chicca

    RispondiElimina
  4. Caspita lo dicevo che i blog non mi piacciono!!! Ecco come lo lascio un commento a sta cosa qua che mi fa stare male pure un pò!?!? Vabbè, mi chiedo se esiste differenza tra un uomo che ti prende a parolacce e uno che ti dice che ti scrive solo scrive ma non ti dimostra che ti ama...e uno che ti tradisce e uno che si strugge d'amore x te e vive con un'altra e uno che fa con te solo il suo porcello comodo??? NO, tutti di fatto non hanno rispetto ne a fatti amano davvero!!! Insomma S V E G L I A M O C I e le ns energie usiamole meglio...magari come dice Massi andiamo dal tabaccaio va... Cià, Patty

    RispondiElimina
  5. cara anna buongiorno,ancora una volta mi lasci quà senza parole!
    purtroppo questo è il destino delle donne come te,dolcissime e meravigliose.tu sei una donna che vive per l'amore,le tue storie le vivi con tutta te stessa(il che ti rende onore)ma purtroppo noi uomini quste cose le usiamo come armi a nostro favore e molto spesso ci approfittiamo delle donne come te.provo pena e compassione per le persone(sia uomini che donne)che usano le persone facendosi forti sui sentimenti.ti racconto un piccolo anedotto:
    ogni tanto mia figlia di 4 anni,torna a casa con dei fogli tutti stropicciati,dove dei bambini prima di lei avevano fatto solo degli scarabocchi neri e poi li avevano getteti via,mentre lei dopo averli raccolti,prendendo dei pastelli colorati inizia anche lei a scarabbochiare,ma alla fine quel foglio accartocciato diventa sempre un disegno bellissimo e pieno di colori!!!!vedrai anna che anche per te un giorno ci sarà una persona degna che farà di te un bellissimo disegno,te lo auguro con tutto il cuore.
    ...l'amore è una forza selvaggia,quando tentiamo di controllarlo,ci distrugge.
    quando tentiamo di imprigionarlo,ci rende schiavi.
    quando tentiamo di capirlo,ci lascia smarriti e confusi....

    un saluto ed un bacio ad annagi. e simona.
    fabio

    RispondiElimina
  6. sono certa che se andrò dal tabaccaio potrò acquistare un nuovo quaderno, bianco, immacolato, pulito; ma se non so cosa scriverci su rischierei - adesso - di sciuparlo.
    Ho scritto di getto, come sempre sotto dettatura di un'emozione e mi spiace se qlcn prova dolore leggendo quel che scrivo, però penso anche che se riesci ad arrivare al cuore degli altri con quello che scrivi allora è il segno che hai "comunicato"
    Questo è il mio blog...se non posso sfogarmi qui....!!!
    E intanto... apro un'altra pagina di word... chissà

    ;)

    RispondiElimina
  7. Anna lo so come scrivi di getto, e sai quanto ammiri ciò che scrivi, le tue emozioni sono palpabili, si sentono ... null'altro da dire

    RispondiElimina
  8. un piccolo inciso, non è per forza necessario dimostrare a fatti l'amore, l'amore è superiore ai fatti, ma forse in questo mondo c'è bisogno di averlo nelle mani, dimostrarlo con fatti parole o gesti, l'amore è superiore a queste cose ... spesso sento tanta profondità in quello che scrivete, ma scivolare in una buccia di banana è facile .... tenetevi i vostri FATTI

    RispondiElimina
  9. BENVENUTO A:
    Chicca
    Fabio DI FAzio
    Anonimo...

    X ANONIMO (ognuno è libero di dire, scrivere e pensare quel che vuole, anche tu, quindi, il bello sta nel dare un'identità a quello che uno scrive assumendosene le responsabilità... quindi la firma sarebbe cosa gradita. Tenersi i fatti propri? Mah... opinabile...)

    RispondiElimina
  10. Niente...non so perché ma il primo mio commento non sono riuscito a pubblicarlo.

    Ci riprovo.

    Faccio i complimenti a Fabio, per la figlia che "riabilita" gli scarabocchi degli altri bambini, rendendoli trionfo di colori!

    E mando un saluto ad AnnaG. Mi presento: sono Morpheus.

    RispondiElimina
  11. Benvenuto anche a te Morpheus...
    dall'Artibar al mio blog... del rsto siamo una famiglia!
    Un saluto

    RispondiElimina
  12. ogni cosa è opinabile ....

    RispondiElimina
  13. grillo parlante5 febbraio 2008 13:49

    ....e non so se mi spego!!! eheheh

    RispondiElimina
  14. Le cose non vanno mai come credi,
    il cuore e' pieno di lacrime rotte,
    il tempo e' ladro di cose mai dette
    e so che indietro mai piu' si ritorna,
    vieni con me,
    ti portero'
    sopra i deserti che ho scoperto con te,
    vieni con mee,
    ti condurro'
    per quegli abissi dove mi perderei
    saro' il tuo miele, saro' le tue vele
    e tutto quello ch'e' stato e' gia' stato
    lo metteremo nel nostro passato....
    saro' il tuo miele, saro' le tue vele

    RispondiElimina
  15. ANNINAAA ma ancora col cartaceo!! ma scrivi sul palmare...cosi eviti l'ultima pagina :))

    Amichetta mia.... devo ammettere che sei proprio brava a scrivere :)

    RispondiElimina
  16. Un piccolo inciso da parte mia.
    L’amore è qualcosa che va oltre le apparenze, è qualcosa di superiore e su questo sono d’accordo. Quando c’è vuol far sapere di esserci e prova ad esprimersi in tutti i modi.
    L’amore nutre e vuol nutrirsi. Ha bisogno di essere nutrito.
    L’amore è scambio reciproco e non solo nelle relazioni tra un uomo e una donna.
    L’amore è fatto di tanti piccoli gesti che corrono in aiuto di chi ha bisogno.
    L’amore è sostegno morale.
    L’amore ama con amore.
    L’amore vuole mani, occhi ed orecchie per essere toccato, guardato ed ascoltato ed anche per toccare, vedere e sentire.
    L’amore quando c’è può stare anche fermo a guardare in silenzio, ma solo quando ha perso le speranze perché se l’amore sta solo muore.
    Questo per come la vedo io, forse però…sto scivolando su una buccia di banana…

    RispondiElimina
  17. grillo parlante6 febbraio 2008 11:37

    Stavolta hai lasciato "senza parole" anche me!...Qui, con te, pienamente daccordo!

    RispondiElimina