martedì 14 febbraio 2017

PROSEGUENDO ... (e scoprendo...)


Oltre, sai che c'è?
La cosa che fa nascere ogni cosa
Passo dopo passo rompi il ghiaccio
Giorno dopo giorno stai nel mondo

(da "Oltre" - Litfiba)


martedì 7 febbraio 2017

KEEP CALM... (a riuscirci)



Ricordarsi che “l’essere e/o il fare gli stronzi” per colpire qualcuno potrebbe, in qualche modo, ricadere indirettamente su terze persone estranee alle questioni per cui è nato il desiderio di “vendetta”.

Morale della favola: “incassa e porta a casa”.
(AnnaGi)



sabato 4 febbraio 2017

IL REGALO


E’ stata una settimana intensa questa.
 
Sotto ogni punto di vista. Tanti impegni e tante emozioni, chiacchiere profonde con gli amici (e pensi che loro siano sempre una benedizione del cielo – gli amici); programmi di vacanze (lontane, ma necessarie) e, per ultimo, scazzi sul lavoro (e fatemi passare il termine francese, che meglio non potrei esprimermi).

Alla fine la settimana si è conclusa malissimo. Anzi, mi correggo, la settimana lavorativa si è conclusa malissimo.

Così anche ieri sono rientrata a casa con l’umore sotto i piedi. Meglio di giovedì.

Eh si perché giovedì è successo il patatrac in ufficio e il malumore si è protratto… … ancora si protrae, la verità…

Dicevo… ieri torno a casa con davanti a me gran parte del pomeriggio libero così decido di rilassarmi con una nuova lettura. L’autore non lo conosco, ma si sa, sono i libri che ti scelgono a volte e così, qualche giorno prima, mi sono fatta scegliere da questo libro che recitava in copertina “Troverai la tua strada quando i tuoi sogni diventeranno più forti delle scuse che inventi”. Sembrava volesse davvero parlare con me.

E ancora, iniziando a leggerlo ieri, come frase di apertura trovo “Se non lavori per i tuoi sogni, qualcun altro ti farà lavorare per i suoi(quest’ultima è una frase di Steve Jobs).

E mi ritrovo a pensare… a quanto sia vero quanto afferma Steve Jobs. A quanto sia vero per me in questo momento.

Quello che è accaduto sul lavoro giovedì non è altro che il lavoro di qualcuno che sta realizzando i suoi progetti alle spalle di alcuni “sottoposti”  per i quali è giunto il momento di cominciare a capire cosa vogliono e fare in modo di arrivare a prenderselo. O almeno di tentarci.

Questo è il miglior REGALO che ognuno possa fare a se stesso.

Lo terrò presente per tutto il week-end e anche più in là.
 
 



martedì 24 gennaio 2017

POST-RISTE (ma neanche tanto, malinconico semmai...)



A volte, come oggi, mi viene in mente di contare i giorni… da allora ad oggi…

Ma poi mi rendo conto che non serve a niente, se non a perdere un po’ di tempo.

E magari il tempo va leggermente “perso” in certi momenti in cui il ricordo e la mancanza di Te si fanno sentire più forti.

Ed allora Ti penso, con uno strappo nel cuore e con la gioia di averTi vissuto fino a poco fa… noi due, nel bene e nel male.


martedì 17 gennaio 2017

PASSI...


Passi veloci di gente che corre in direzioni diverse, 
eppure sembra che vadano tutte dalla stessa parte.
E cuori incatenati per l'eternità...


FOTO: ponte Sisto di Anna Gi

venerdì 13 gennaio 2017

TAO

Rivolgiti cortesemente a chi
ti è più vicino e più caro.
La cortesia, come l'olio, fa girare armoniosamente
gli ingranaggi dei tuoi rapporti.
(S.K.)



Devo pensarci su e fare mio questo concetto....




domenica 8 gennaio 2017

PERDONARE, DIMENTICARE, TRALASCIARE, CONTINUARE AD AMARE…



 Bel dilemma…

Ho deciso di cambiare rotta. Anno nuovo, vita nuova, pensieri nuovi, emozioni nuove.

Basta con i vecchi rancori. Perché la vita è un mozzico e non c’è tempo né posto per covare in fondo al cuore sentimenti negativi che vanno senz’altro elaborati e poi lasciati andare.

PERDONARE. In fondo si perdona sempre. No? Almeno credo. Spesso si perdona, ma dentro rimane vivo il ricordo di quell’azione che stiamo perdonando e che ci ha fatto soffrire. Però perdoniamo. Ma NON DIMENTICHIAMO…

DIMENTICARE dunque il male ricevuto.
DIMENTICARE il disagio provato.
DIMENTICARE le brutte parole, dette e ricevute.
DIMENNTICARE tutto il male e RICORDARE che non siamo noi a dover giudicare…

TRALASCIARE dunque i malumori anche se talvolta in fondo al cuore un pizzico di rancore ancora c’è.
Ma come fa ad esserci rancore nel cuore? Non è quello un posto bello che raccoglie solo AMORE?
Quindi TRALASCIAMO… perché continuare a guardare indietro non fa bene

CONTINUARE AD AMARE, a volte in forma diversa, a volte con la stessa intesità; quello che conta è che in fondo al cuore c’è un sentimento che lo fa pulsare, lo fa sentire vivo e vorrebbe dare vita anche a tutto il resto che c’è fuori… a tutto.
CONTINUARE AD AMARE, senza rancori, senza bisogno di presenza, senza niente che non sia un cuore rosso. Rosso e basta.
CONTINUARE AD AMARE … in fondo si ama sempre e si continua a farlo… quando è stato amore per davvero.