domenica 11 maggio 2008

QUANDO MENO TE LO ASPETTI...



Cosa fare stasera, siamo sempre noi, le solite Zignorine, è sabato, è primavera ed abbiamo voglia di uscire, non si può stare sempre rintanate in casa a “non mangiare” per perdere quei maledetti (e a volte invisibili) chili di troppo, costrette a cenette a base di pesce e verdure. Usciamo? Si va bene, ma per fare cosa? Ci manca uno stimolo, forse, e malgrado le giornate si siano allungate, nonostante tutto il bello che c’è fuori le Zignorine si girano il coltello nelle piaghe dei rispettivi cuori.
Arriva – inaspettata – una proposta, alla quale aderisco con non mascherata titubanza: film in serata. Titolo “Carnera – The walking mountain”… Abbiamo gli inviti…
Siamo sicure di voler vedere un film sulla boxe? Mah! Ripeto: con molto scetticismo accetto, senza provare una controproposta, anche perché mi fa piacere trascorrere il mio tempo in compagnia delle mie amiche, a prescindere.



Dopo un piccola incomprensione circa l’orario dello spettacolo, dopo un buon piatto di pasta al pesto (stasera c’abbiamo fame) ci incontriamo alle 21,30, arriviamo al cinema (lo spettacolo avrà inizio alle 22,30). Abbiamo tempo, ci rechiamo in un bar dove consumiamo un caffè (io con panna, alla faccia della dieta) ed inganniamo il tempo che resta gironzolando in una libreria nei paraggi (ho acquistato 2 libri nuovi che non vedo l’ora di iniziare).
Cinema: si spengono le luci, 4 gatti in sala… “mah, vediamo un po’ ‘sto film” – penso.



Ricordo che mio padre mi parlava sempre del “Grande Carnera”, era un appassionato di pugilato, ricordo che da piccolina la sera, sul tardi, guardava gli incontri in tivù e poi ricordava Carnera, e Carnera qui, e Carnerà lì, Carnera di sopra, Carnera di sotto… facendo confronti con quelli attuali del momento.
Inaspettatamente il film mi “prende” sin dalle prime battute.
Risultato: mi è piaciuto questo film. Non so perché, sarà che ho scoperto – o meglio - conosciuto meglio un personaggio, le cui caratteristiche erano quelle della nobiltà e semplicità d’animo, sarà che per tutta la durata del film ho sentito una presenza importante accanto a me (o forse era solo il mio cuore che era un po’ più vicino al suo ricordo), fatto sta che ho trascorso una piacevole serata al cinema, guardando un film sentendomi come tra le braccia del mio papà, come quando da piccola a volte cercavo di guardare quegli incontri di pugilato insieme a lui.
Grazie alla Manu per gli inviti e alla mia Pat, per sempre come sempre per tutto!!!

E stasera a casa con la mia mamma a festeggiare degnamente la sua festa.



AUGURI A TUTTE LE MAMME DEL MONDO
SICURAMENTE LA PERSONA PIU' SPECIALE
NELLA VITA DI OGNUNO DI NOI

11 commenti:

  1. Cara Annagi. Quanta tenerezza nel tuo post e quante emozioni. Con il mio papà guardavo i film western, ma io nemmeno li seguivo ero già felice per il fatto di essere sulle ginocchia del mio papà. Che bei ricordi. E che famina:-) adesso è l'ora della pizza. Pazienza per quei chiletti. Ciao a presto

    RispondiElimina
  2. Ciao annagi che dolce il tuo post ...

    Ti auguro una fantastica serata.

    Baci

    RispondiElimina
  3. grillo parlante11 maggio 2008 23:06

    Quando meno te lo aspetti...cambia qualcosa...forse qualcosa sta cambiando...
    TVB

    RispondiElimina
  4. belle serate... i ricordi fanno parte di noi, qualche volta riaffiorano anche da un semplice profumo, da un'immagine :)

    ciao, esco a fare due passi :)

    RispondiElimina
  5. @ STREGHETTA
    hai capito perfettamente la sensazione, mi fa piacere condividerla :)

    @ NELLA
    Ti ringrazio e rigiro lìaugurio per un buon inizio di settimana

    @ GRILLOPARLANTE
    non ci sono parole tra noi, lo sappiamo, però... però... TVB anche io

    @ VALENTINO
    dove vai a spasso? :))

    @ DUBBA
    ti sei ripreso?

    RispondiElimina
  6. quando meno te lo aspetti eccolo che arriva... arriva arriva... vedrai che arriverà

    RispondiElimina
  7. Ciao Annagi... sensibile e delicato questo post... io invece ho perso mia mamma, forse troppo presto ma sento spesso le sue braccia che mi stringono forte...
    c'è un posticino anche per me nella tua allegra compagnia?
    un bacio
    Claudia

    RispondiElimina
  8. Che commozione!Mi hai fatto tornarein mente tanti ricordi del mio papà...
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. @ NONSOLOATTIMI

    sei la benvenuta nella nostra allegra compagnia!!!
    L'abbraccio di cui parli lo conosco anche io, ed è quello di cui appunto parlavo nel post. Sono gli abbracci più forti, quelli che danno più calore di tutti, malgrado tutto. Tienilo senpre con te nel tuo cuore.

    @ ANONIMO
    cosa arriverà secondo te?
    Mi piace pensare che arriverà il sole a scaldare i cuori di ognuno... INTENDEVI DIRE QUESTO, VEROOOOOO ????!?!?!?

    RispondiElimina
  10. @ STELLA
    bei ricordi, quelli che abitano nel cuore

    RispondiElimina