martedì 30 giugno 2009

L'ANIMA

L’anima che sbatte contro le pareti del cervello. Improvvisamente la senti contorcersi, si agita. E’ completamente andata. Agitata. Sconsolata. Impaurita. Troppo ha sentito. Troppo ha patito. Continue e continue frustate; frustate nell’anima, quelle inflitte da chissà chi e da chissà cosa! E chissà perché? Una, dieci, cento, centomila, involontariamente forse, ma sempre di frustate si è trattato ed hanno logorato l’anima, corrosa, indebolita, inaridita; l’hanno fatta esplodere. Frustate provenienti da ogni dove. Se l’anima decide di farsi maltrattare non c’è nulla da fare, si farà maltrattare. Ed arriva un momento in cui – poi – la sentirai sbattere violentemente in testa, sentirai affondare lame affilate nel cuore, sentirai la testa andar via ed abbandonare la ragione, tutto si mescolerà in un caotico turbinio di emozioni e sembrerà di impazzire! Ma forse è davvero pazzia in quei momenti. In quei momenti attimi di pazzia attraversano la tua mente e non sai più come fare né cosa fare. Il dolore che provi è immenso, grande, incurabile (pensi) e non riuscirai più a rinsavire. Si crea un connubio di dolore, cuore ed anima, quello che ferisce l’uno, ricade sull’atro, in un vortice da delirio. Ma per fortuna tutto passa e quell’anima che prima si sentiva “in pena” come un uccellino in gabbia e senza ali, pian piano torna in se, si sente meno angosciata, anche se i segni di quel che è stato restano ed il cuore faticherà ad uscire dalla sua era glaciale… no… lui proprio faticherà e non si sa se ci riuscirà. Ma il gelo è davvero così indistruttibile? Non so, so solo che il cinismo, a volte, è il frutto di questo delirio mal curato…
AnnaGi (marzo 2007)

5 commenti:

  1. No, il gelo non è indistruttibile, a volte basta ascoltare il calore che inaspettatamente ci invade (io credo che capiti a tutti); è quello, per quanto appena percepito, che ci fa intendere come il gelo possa essere inter-rotto. E anche se succede solo per un attimo è comunque una REALTA' che può ripetersi. Ciao.

    RispondiElimina
  2. ... POTREI BENISSIMO AVRE SCRITTO IO QUESTE PAROLE...

    .. no, il cuore non si riprenderà mai del tutto.. ma c'è il fattore TEMPO che interviene a far scordare tante cose all'anima e alla testa che è stata sbattacchiata a destra e manca...

    RispondiElimina
  3. @ LUIGI
    il gelo andrà piano piano sciogliendosi, ma solo dopo un paziente lavoro di "ristrutturazione" sperando che, nel frattempo, si perda per strada anche un po' di quel malato cinismo
    Grazie per il tuo passaggio
    A presto :)


    @ BALUA
    si tratta della descrizione di un attimo, uno solo, in cui ti rendi conto che "sei andato" (se mi è concesso questo modo di espressione)... dopo di che bisogna correre ai ripari, da soli o aiutati, l'importante è SUPERARE certi esaurimenti. I segni verranno cancellati da nuove consapevolezze e maggiore saggezza... credo ...
    Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. Spero che ora sia tutto ok, che si sia trattato solo di un attimo così. E chi non li ha mai provati?
    Un abcio Anna e a presto.
    Free

    RispondiElimina
  5. Si, probabilmente lo e

    RispondiElimina